PIANTE LAROSA GIUSEPPEPIANTE LAROSA GIUSEPPE
Home Azienda Servizi Prodotti Contatti MENUSMART
 
TABELLA 01 CHIUDI TABELLA
TABELLA 02 CHIUDI TABELLA




 
 
PIANTE DI ALBICOCCO (PRUNUS ARMENIACA L.) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: ALBERI DA FRUTTO\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: PRECOCISSIMA, PRECOCE D’IMOLA, TYRINTHOS, VITILLO, CALDESI, B...
PREZZO:7,00 €
  
 
PIANTE DI ALBICOCCO (PRUNUS ARMENIACA L.) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: PRECOCISSIMA, PRECOCE D’IMOLA, TYRINTHOS, VITILLO, CALDESI, BULIDA, BOCCUCCIA, SAN CASTRESE, PAVIOT, REALE D’IMOLA, PRECOCE CREMONIN, CAFONA.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DELL’ALBICOCCO:
L'ALBICOCCO (PRUNUS ARMENIACA L.) E` UN ALBERO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE ROSACEE.
SI TRATTA DI UNA PIANTA LATIFOGLIA E CADUCIFOGLIA DI MEDIA GRANDEZZA, ALTA DAI 5 AI 7 METRI, CON ALCUNE ECCEZIONI DI 8.5 METRI.
LE FOGLIE SONO CUORIFORMI CON IL MARGINE DOPPIAMENTE SEGHETTATO. I FIORI SONO DOTATI DI CALICE E COROLLA PENTAMERI, SONO BIANCO-ROSEI, UNICI O APPAIATI. LA FIORITURA AVVIENE, COME IN TUTTI I PRUNUS, PRIMA DELLA FOGLIAZIONE. I FRUTTI SONO DELLE DRUPE VELLUTATE DI COLORE GIALLO SCURO-ARANCIONI, CON TENDENZA AL ROSSO SBIADITO NEI FRUTTI PIU` MATURI. COME PER TUTTE LE PIANTE DA FRUTTO, QUESTI ULTIMI SONO VERDI, DURI E DIFFICILI DA STACCARE DALL'ALBERO IN CONDIZIONI DI SCARSA O NULLA MATURAZIONE DELLA DRUPA.
L’ALBICOCCO E` UNA SPECIE CARATTERIZZATA DA UN ALTO FABBISOGNO DI FREDDO, E QUINDI ADATTA ALLE ZONE CON INVERNI ABBASTANZA RIGIDI. IN QUESTE ZONE PERO` IL RISCHIO FORTE E` QUELLO DELLE GELATE PRIMAVERILI, A CUI L’ALBERO DI ALBICOCCO E` MOLTO ESPOSTO A CAUSA DELLA SUA FIORITURA PRECOCE.
L’IRRIGAZIONE E` NECESSARIA ALL’IMPIANTO E POI ANCHE NEI PRIMI 2 O 3 ANNI DI VITA DELLA PIANTA, QUANDO L’APPARATO RADICALE E` ANCORA SUPERFICIALE E NON AUTOSUFFICIENTE. IN SEGUITO LE IRRIGAZIONI SARANNO LEGATE AL CLIMA E ALLE PRECIPITAZIONI. IN ZONE SICCITOSE E` IMPORTANTE PREDISPORRE UN IMPIANTO DI IRRIGAZIONE A GOCCIA PER I MOMENTI CRITICI, DALLA FIORITURA ALLA MATURAZIONE DEI FRUTTI. IN OGNI CASO E` IMPORTANTE EVITARE LE IRRIGAZIONI SOPRA CHIOMA, CHE PREDISPONGONO LA PIANTA ALLE MALATTIE FUNGINE, DA CUI BISOGNA PRENDERE LE MASSIME PRECAUZIONI SOPRATTUTTO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI CILIEGIO (PRUNUS AVIUM (L.) L., 1755) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: ALBERI DA FRUTTO\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: FERROVIA, LAPINIS, GIORGIA, BIGARREAU MOREAU, BIGARREAU BURLA...
PREZZO:7,00 €
  
 
PIANTE DI CILIEGIO (PRUNUS AVIUM (L.) L., 1755) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: FERROVIA, LAPINIS, GIORGIA, BIGARREAU MOREAU, BIGARREAU BURLAT, BIGARREAU VAN, GEMELLE, SUNBURST, DURONE NERO DI VIGNOLA, DURONE DI CESENA, GROSSA DI PISTOIA.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL CILIEGIO:
IL CILIEGIO (PRUNUS AVIUM (L.) L., 1755) E` UN ALBERO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE ROSACEE.
SI TRATTA DI UN ALBERO, CADUCIFOGLIE E LATIFOGLIE, CHE CRESCE DAI 15 AI 32 METRI DI ALTEZZA.
LA CORTECCIA È LEVIGATA PORPORA-MARRONE CON PROMINENTI LENTICELLE ORIZZONTALI GRIGIO-MARRONE NEGLI ALBERI GIOVANI, CHE DIVENTANO SCURE PIÙ SPESSE E FESSURATE NEGLI ALBERI PIÙ VECCHI.
LE FOGLIE SONO ALTERNATE, OVOIDALI ACUTE SEMPLICI, LUNGHE 7–14 CM E LARGHE 4–7 CM, GLABRE DI UN VERDE PALLIDO O BRILLANTE NELLA PARTE SUPERIORE, CHE VARIA FINEMENTE NELLA PARTE INFERIORE, HANNO UN MARGINE SERRATO E UNA PUNTA ACUMINATA, CON UN PICCIOLO LUNGO 2–3,5 CM CHE PORTA DA DUE A CINQUE PICCOLE GHIANDOLE ROSSE.
I FIORI BIANCHI PEDUNCOLATI SONO DISPOSTI IN CORIMBI DI DUE-SEI ASSIEME, OGNI FIORE PENDENTE SU UN PEDUNCOLO DI 2–5 CM, DEL DIAMETRO DI 2,5–3,5 CM, CON CINQUE PETALI BIANCHI, STAMI GIALLI, ED UN OVARIO SUPERO; I FIORI SONO ERMAFRODITI E VENGONO IMPOLLINATI DALLE API. LA FIORITURA HA LUOGO ALL'INIZIO DELLA PRIMAVERA CONTEMPORANEAMENTE ALLA PRODUZIONE DI NUOVE FOGLIE, GENERALMENTE AVVIENE AD APRILE.
IL FRUTTO È UNA DRUPA CARNOSA (CILIEGIA) DI 1–2 CM DI DIAMETRO (PIÙ LARGA IN ALCUNE SELEZIONI COLTIVATE), DI UN ROSSO BRILLANTE FINO AD UN VIOLA SCURO QUANDO MATURA A INIZIO ESTATE. IL FRUTTO CONTIENE UN SINGOLO NOCCIOLO.
IL CILIEGIO E` UNA PIANTA GENERALMENTE BEN RESISTENTE AL FREDDO INVERNALE, MA LA SUA FIORITURA PRECOCE LO ESPONE AL RISCHIO DI GELATE TARDIVE DI PRIMAVERA, CHE POSSONO SIGNIFICARE IMPORTANTI PERDITE DI RACCOLTO. ANCHE LE PIOGGE PROLUNGATE DURANTE LA FIORITURA SONO NEGATIVE PERCHE´ OSTACOLANO L’ALLEGAGIONE E FAVORISCONO L’INSORGENZA DELLA MONILIA, TEMUTA MALATTIA CRITTOGAMICA. PER QUESTO MOTIVO NON E` INDICATO COLTIVARE CILIEGI IN ZONE UMIDE.
IL CILIEGIO SI ADATTA A VARI TIPI DI TERRENO, PURCHE´ NON SIANO SUOLI SOGGETTI A RISTAGNI IDRICI PROLUNGATI E A LIVELLO DI PH NON SIANO TROPPO ACIDI O BASICI.
LE IRRIGAZIONI NON SONO NECESSARIE PER LE PIANTE ADULTE, SE NON SI INCORRE IN UN’ESTATE PARTICOLARMENTE SICCITOSA, MA SICURAMENTE SONO IMPORTANTI NEI PRIMI DUE ANNI DOPO L’IMPIANTO, ABBONDANTI.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI MELO (MALUS DOMESTICA BORKH., 1803) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: ALBERI DA FRUTTO\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: GOLDEN DELICIOU K.B., STARKING, FUJI ROSSO, ANNURCA, GRANNY S...
PREZZO:7,00 €
  
 
PIANTE DI MELO (MALUS DOMESTICA BORKH., 1803) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: GOLDEN DELICIOU K.B., STARKING, FUJI ROSSO, ANNURCA, GRANNY SMITH.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL MELO:
IL MELO (MALUS DOMESTICA BORKH., 1803) E` UNA PIANTA DA FRUTTO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE ROSACEE.
SI TRATTA DI UN PICCOLO ALBERO DI 3-10 METRI DI ALTEZZA, CON UNA CHIOMA DENSA ED ESPANSA E APPARATO RADICALE SUPERFICIALE.
LE FOGLIE SONO ALTERNE E SEMPLICI, A LAMINA OVALE, LEGGERMENTE SEGHETTATE, CON APICE ACUTO E BASE ARROTONDATA, DI 5-12 CENTIMETRI DI LUNGHEZZA E 3-6 CM DI LARGHEZZA, GLABRE SUPERIORMENTE E CON UNA CERTA TOMENTOSITA` SULLA PAGINA INFERIORE. IL PICCIOLO E` LUNGO 2–5 CM. I FIORI SONO ERMAFRODITI DI COLORE BIANCO-ROSATO ESTERNAMENTE E BIANCO INTERNAMENTE, A SIMMETRIA PENTAMERA. HANNO UNA COROLLA COMPOSTA DA 5 PETALI E SONO LARGHI 2,5-3,5 CM E OVARIO INFERO. SONO RIUNITI IN INFIORESCENZE A CORIMBO, IN NUMERO DI 3-7.
LA FIORITURA SI SVOLGE IN PRIMAVERA, SIMULTANEAMENTE AL GERMOGLIAMENTO. L'IMPOLLINAZIONE E` ENTOMOFILA.
IL FRUTTO, DETTO POMO O MELA COMUNEMENTE, SI FORMA PER ACCRESCIMENTO DEL RICETTACOLO FIORALE INSIEME ALL'OVARIO ED E` PERCIO` UN FALSO FRUTTO; HA FORMA GLOBOSA, GENERALMENTE DI 5–9 CM DI DIAMETRO, PRIMA VERDE E A MATURAZIONE, ESTIVO-AUTUNNALE, CON COLORE VARIABILE DAL GIALLO-VERDE AL ROSSO.
IL MELO E` UNA PIANTA CHE TOLLERA BENISSIMO IL FREDDO E, CON L'ECCEZIONE DI QUALCHE VARIETA`, PUO` SOPPORTARE TEMPERATURE FINO A -25 °C, MA LE GELATE TARDIVE POSSONO PROCURARE SERI DANNI ALLA COLTIVAZIONE; LA SENSIBILITA` ALLE GELATE DIPENDE DAL PERIODO DI FIORITURA DELLE DIVERSE COLTIVAZIONI.
IL MELO PUO` ESSERE COLTIVATO OVUNQUE, MA PREFERISCE UN CLIMA FRESCO, UN TERRENO RICCO DI HUMUS E LE ZONE CHE SI TROVANO TRA I 600 E I 1.000 METRI SOPRA IL LIVELLO DEL MARE. LA PIANTA TEME LA SICCITA` E I RISTAGNI IDRICI.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI PERO (PYRUS L., 1753) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: ALBERI DA FRUTTO\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: CAMOSINA, MOSCATELLO, BELLA DI GIUGNO, COSCIA, WILLIAM, WILLI...
PREZZO:7,00 €
  
 
PIANTE DI PERO (PYRUS L., 1753) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: CAMOSINA, MOSCATELLO, BELLA DI GIUGNO, COSCIA, WILLIAM, WILLIAM ROSSA, SANTA MARIA, BUTIRRA HARDY, CONFERENCE, DECANA DEL COMIZIO, PASSA CRASSANA, ABATE FETEL, KAISER.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL PERO:
IL PERO (PYRUS L., 1753) E` UN GENERE DI PIANTE APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE ROSACEAE, COMPRENDENTE SPECIE ARBOREE E ARBUSTIVE CON FIORITURA DELICATA E VARIAMENTE COLORATA.
SI TRATTA DI UN ALBERO DI MEDIE DIMENSIONI, CHE RAGGIUNGE I 10-17 METRI DI ALTEZZA.
LE FOGLIE SONO LUNGHE CIRCA 2-12 CM, DI COLORE VERDE LUCIDO IN ALCUNE SPECIE, ARGENTEO-PELOSE IN ALTRE. LA FORMA DELLE FOGLIE VARIA DALL'OVALE AL LANCEOLATO STRETTO. I FIORI SONO DI COLORE GIALLO O ROSA BIANCO E RARAMENTE TINTO, DI DIAMETRO 2-4 CM E HANNO CINQUE PETALI. SBOCCIANO FRA APRILE E MAGGIO, FINO AD UNA QUOTA DI 1.000 METRI. IL FRUTTO SI CHIAMA PERA; È GRANDE COME LA MELA, CON DIAMETRO DI 1-4 CM, MA IN CERTE FORME COLTIVATE E` LUNGO FINO A 18 CM E LARGO 8.
GRAN PARTE DELLE SPECIE TOLLERANO IL FREDDO POLARE, CON TEMPERATURE FRA -25 °C E -40 °C IN INVERNO, TRANNE LE SPECIE SEMPREVERDI, CHE TOLLERANO SOLO TEMPERATURE FINO A -15 °C. LA PIANTA GRADISCE UN’ESPOSIZIONE SOLEGGIATA MA NON PER TROPPE ORE CONSECUTIVE.
L’ALBERO DEL PERO AMA I TERRENI UMIDI E NECESSITA PERCIO` DI UNA REGOLARE IRRIGAZIONE, SOPRATUTTO DURANTE IL PERIODO DI FIORITURA E SVILUPPO DEI FRUTTI. IL TERRENO IDEALE E` FRESCO, FERTILE, BEN DRENATO, PROFONDO E LEGGERMENTE ACIDO. IN GENERE, IL PERO NON GRADISCE I TERRENI CALCAREI E PIETROSI, MA SI ADATTA BENE A QUALSIASI ALTRO TIPO DI SUBSTRATO. L’IMPORTANTE E` CHE LA PIANTA NON DEBBA MAI PATIRE RISTAGNI O ECCESSI IDRICI PER PERIODI DI TEMPO PROLUNGATI.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI PRUGNO O SUSINO (PRUNUS DOMESTICA L., 1753) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: ALBERI DA FRUTTO\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: SBERGIO, SORRISO DI PRIMAVERA, SHIRO (GOCCIA D’ORO), REGINA C...
PREZZO:7,00 €
  
 
PIANTE DI PRUGNO O SUSINO (PRUNUS DOMESTICA L., 1753) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 2 ANNI.
• ALTEZZA: 150/160 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: SBERGIO, SORRISO DI PRIMAVERA, SHIRO (GOCCIA D’ORO), REGINA CLAUDIA GIALLA, REGINA CLAUDIA VERDE, PAPAGNONA, SANTA SOSA, SANGUE DI DRAGO, GROSSA DI FELISIO, PRESIDENT, CALIFORNIA BLUE, SUGAR, REGINA CLAUDIA VIOLETTA, STANLEY, BIRICOCCOLO.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL PRUGNO:
IL PRUNO EUROPEO, DA ALCUNI CHIAMATO PRUGNO O SUSINO (PRUNUS DOMESTICA L., 1753) E` UNA PIANTA DELLA FAMIGLIA DELLE ROSACEE CHE PRODUCE I FRUTTI NOTI COL NOME DI PRUGNA O SUSINA.
L'ALBERO DEL PRUNO HA LA TIPICA FORMA AD OMBRELLO O AD ALBERELLO, DI MEDIE DIMENSIONI: DA 3-4 FINO A 6-8 METRI D’ALTEZZA SECONDO LA VARIETA`.
IL SUSINO PRESENTA FIORI SOLITAMENTE BIANCHI CHE SORGONO GIA` ALL'INIZIO DELLA PRIMAVERA. I FRUTTI DI FORMA OVALE O SFERICA MATURANO DA GIUGNO A FINE SETTEMBRE A SECONDA DELLE VARIETA` E LA RACCOLTA VIENE EFFETTUATA IN PIU` RIPRESE. I FRUTTI POSSONO GIUNGERE SINO A 8 CM DI GRANDEZZA E SONO SOLITAMENTE DI SAPORE DOLCE, ANCHE SE ALCUNE VARIETA` SI PRESENTANO ASPRE E NECESSITANO DI ESSERE COTTE CON ZUCCHERO PER ESSERE COMMESTIBILI. TUTTE LE VARIETA` DI FRUTTI DI PRUNUS CONTENGONO AL LORO INTERNO UN SEME DI NOTEVOLI DIMENSIONI, CHE NON E` COMMESTIBILE.
IL SUSINO PREFERISCE L’ESPOSIZIONE IN PIENO SOLE E IL CLIMA CALDO TEMPERATO.
PREDILIGE TERRENI UMIDI E PROFONDI DI MEDIO IMPASTO ANCHE ARGILLOSI, PURCHE` BEN DRENATI.
IL SUSINO NECESSITA DI IRRIGAZIONI REGOLARI NEL PERIODO DELLA FIORITURA, DELL’ALLEGAGIONE E DELLA FRUTTIFICAZIONE.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI ARANCIO (CITRUS SINENSIS (L.) OSBECK, 1765) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: PIANTE DI AGRUMI\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: TAROCCO, SANGUINELLO, VALENCIA, MORO, OVALE, NEWHALL E WASHIN...
PREZZO:8,00 €
  
 
PIANTE DI ARANCIO (CITRUS SINENSIS (L.) OSBECK, 1765) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: TAROCCO, SANGUINELLO, VALENCIA, MORO, OVALE, NEWHALL E WASHINGTON NAVEL.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DELL’ARANCIO:
L'ARANCIO (CITRUS SINENSIS (L.) OSBECK, 1765) E` UN ALBERO DA FRUTTO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE RUTACEE.
SI TRATTA DI UN ALBERO CHE PUO` ARRIVARE FINO A DODICI METRI DI ALTEZZA, DALLE FOGLIE ALLUNGATE E CARNOSE E DAI FIORI CANDIDI. I GERMOGLI SONO SEMPRE VERDI, MAI ROSSASTRI. I FRUTTI SONO ROTONDI E SIA LA BUCCIA SIA LA POLPA SONO DEL TIPICO COLORE ARANCIONE.
IL PERIODO DI RIPOSO DELL'ARANCIO E` DI SOLI TRE MESI, PER CUI SUCCEDE CHE L'ALBERO FIORISCA E FRUTTIFICHI CONTEMPORANEAMENTE. I PRIMI FRUTTI SI POSSONO RACCOGLIERE IN NOVEMBRE (NAVELINA), E GLI ULTIMI A MAGGIO-GIUGNO (VALENCIA LATE).
UN ALBERO ADULTO PRODUCE CIRCA 500 FRUTTI ALL'ANNO. ALCUNI FRUTTI SONO A POLPA BIONDA (OVALE, BIONDO COMUNE, NAVELINA, WASHINGTON NAVEL, ECC.), ALTRI A POLPA ROSSA PER VIA DEI PIGMENTI ANTOCIANICI IN ESSI CONTENUTI (MORO, TAROCCO, SANGUINELLO), ALCUNI PIU` GRANDI E PIU` BELLI, ALTRI DI ASPETTO PIU` MODESTO E DALLA BUCCIA PIU` SOTTILE, MA PIU` SUCCOSI E DUNQUE ADATTI PER SPREMUTE.
L’ALBERO DI ARANCIO E` UNA PIANTA DELICATA, CHE NON AMA TEMPERATURE AL DI SOTTO DI 4 O 5 GRADI E HA BISOGNO DI STARE IN UN LUOGO SOLEGGIATO. PREDILIGE QUINDI UN CLIMA MITE E TEMPERATO, CON INVERNI NON TROPPO FREDDI ED ESTATI CALDE, MA NON TROPPO.
IL MIGLIOR TERRENO PER COLTIVARE L'ARANCIO DEVE ESSERE SCIOLTO O DI MEDIO IMPASTO, PROFONDO, FERTILE, BEN DRENATO. LA PIANTA DI ARANCIO SOPPORTA BENE LA SICCITA` MA SE LA SI VUOLE RIGOGLIOSA E PIENA DI SUCCOSI FRUTTI E` BENE IRRIGARE ABBONDANTEMENTE NEL PERIODO DI RIPRESA VEGETATIVA, OVVERO DA MARZO AD OTTOBRE.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI BERGAMOTTO (CITRUS × BERGAMIA) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: PIANTE DI AGRUMI\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: FANTASTICO E FEMMINELLO.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA D...
PREZZO:8,00 €
  
 
PIANTE DI BERGAMOTTO (CITRUS × BERGAMIA) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: FANTASTICO E FEMMINELLO.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL BERGAMOTTO:
IL BERGAMOTTO (CITRUS × BERGAMIA, (RISSO & POIT.) È UN AGRUME DEL GENERE CITRUS.
È UN ALBERO ALTO TRA I TRE E I QUATTRO METRI, CON UNA CORONA TRA I TRE E I QUATTRO METRI.
LE FOGLIE SONO LUCIDE E CORIACEE COME QUELLE DELL'ARANCIO E NON CADONO MAI, NEMMENO IN INVERNO. I FIORI SONO BIANCHI, E MOLTO PROFUMATI. LA FIORITURA E LE NUOVE FOGLIE SPUNTANO APPENA FINITA LA STAGIONE DELLE PIOGGE, ALL'INIZIO DI MARZO. IL FRUTTO DEL BERGAMOTTO E` DI COLORE GIALLO INTENSO, DALLA FORMA ROTONDA LEGGERMENTE SCHIACCIATA AI POLI.
L’ESPOSIZIONE ALLA LUCE SOLARE E` UNA CONDIZIONE ESSENZIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL BERGAMOTTO. OLTRE ALLA LUCE, IL BERGAMOTTO NECESSITA DI TEMPERATURE MITI. SOPPORTA BENE QUELLE CALDE, MENTRE NON RESISTE ALLE TEMPERATURE CHE SCENDONO SOTTO I 10ºC.
IL TERRENO PIU` IDONEO PER LA CRESCITA DEL BERGAMOTTO E` QUELLO A MEDIO IMPASTO, BEN DRENATO, PROFONDO E FERTILE. INDICATIVAMENTE PREDILIGE UN PH TRA 6,5 E 7,5. SONO INVECE DA EVITARSI I TERRENI TROPPO ARGILLOSI O CON TROPPO CALCARE.
PER QUANTO RIGUARDA L’IRRIGAZIONE, IL BERGAMOTTO NON NECESSITA DI MOLTE CURE. IN CASO DI ESTATI MOLTO ARIDE SI DEVE VALUTARE LA POSSIBILITA` DI IRRIGARLO COSTANTEMENTE, MENTRE IN INVERNO LE IRRITAZIONI VANNO COMPLETAMENTE SOSPESE. BISOGNA ASSOLUTAMENTE EVITARE LA FORMAZIONE DI RISTAGNO IDRICI, CHE POSSONO PORTARE ALLA MORTE DELLA PIANTA.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI CEDRO (CITRUS MEDICA) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: PIANTE DI AGRUMI\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILE: LISCIA DI DIAMANTE.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL CE...
PREZZO:8,00 €
  
 
PIANTE DI CEDRO (CITRUS MEDICA) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILE: LISCIA DI DIAMANTE.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL CEDRO:
IL CEDRO (CITRUS MEDICA) È UN ALBERO DA FRUTTO APPARTENENTE AL GENERE CITRUS (FAM. DELLE RUTACEE).
SI TRATTA DI UN ARBUSTO SEMPREVERDE E LATIFOGLIA DI MEDIE DIMENSIONI CHE PUÒ RAGGIUNGERE I 4-8 METRI DI ALTEZZA.
I RAMI GIOVANI SONO ROSSASTRI O VIOLETTI, CON FOGLIE LUNGHE FINO A 20 CM E VERDE SCURO. I FIORI SONO GRANDI E CRESCONO IN GRUPPI DA TRE A DODICI E SONO MOLTO PROFUMATI; I BOCCIOLI SONO ROSSASTRI, MA IL FIORE APERTO È BIANCO. IL FRUTTO È GRANDE 20–30 CM, VERDE CHIARO O GIALLINO (NELLA SUA FASE MATURA), OVALE O QUASI ROTONDO, TALVOLTA CON UNA LEGGERA PROTUBERANZA AL PEDUNCOLO E UN PO' APPUNTITO DALLA PARTE OPPOSTA. LA BUCCIA È MOLTO RUVIDA ED ECCEZIONALMENTE SPESSA. COSTITUISCE FINO AL 70% DEL FRUTTO, PER CUI – TOLTI PURE I SEMI E LA PELLICOLA TRA GLI SPICCHI – SOLO UN 25-30% DEL CEDRO È NORMALMENTE UTILIZZABILE, ANCHE SE C'È CHI MANGIA IL FRUTTO COMPRESO DI BUCCIA.
COME GLI ALTRI AGRUMI, ANCHE IL CEDRO SOFFRE PER GLI ABBASSAMENTI TERMICI INVERNALI NELLE ZONE A CLIMA RIGIDO, DOVE PUÒ ESSERE COLTIVATO PREDISPONENDO SEMPRE DELLE COPERTURE DI TESSUTO NON TESSUTO O RIPARI ALL’INTERNO DI SERRE. TUTTAVIA, QUESTO NON SIGNIFICA CHE AMI IL CALDO, PERCHÉ AL CONTRARIO, ANCHE IL CALDO INTENSO, SOPRATTUTTO SE ACCOMPAGNATO DA UNA FORTE INSOLAZIONE, PUÒ RIVELARSI NOCIVO A QUESTA SPECIE.
PER QUANTO RIGUARDA IL TERRENO, LA TESSITURA IDEALE PER IL CEDRO È QUELLA DI MEDIO IMPASTO, MA PUÒ CRESCERE RIGOGLIOSAMENTE ANCHE IN ALTRI SUOLI, PURCHÉ NON TROPPO COMPATTI.
QUANTO ALLA IRRIGAZIONE, DURANTE IL PERIODO CALDO È NECESSARIO INTERVENIRE CON COSTANZA NELL’IRRIGARE IL CEDRO, MEGLIO SE CON ACQUA LASCIATA AD INTIEPIDIRSI AL SOLE, EVITANDO DI BAGNARE LE RADICI CON ACQUA FREDDA.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI LIMONE (CITRUS LIMON (L.) OSBECK) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: PIANTE DI AGRUMI\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: QUATTRO STAGIONI, ZAGARA BIANCA E SIRACUSANO 2KR.

GENERALI...
PREZZO:8,00 €
  
 
PIANTE DI LIMONE (CITRUS LIMON (L.) OSBECK) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: QUATTRO STAGIONI, ZAGARA BIANCA E SIRACUSANO 2KR.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL LIMONE:
IL LIMONE (CITRUS LIMON (L.) OSBECK) È UN ALBERO DA FRUTTO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE RUTACEAE, CHE PUO` RAGGIUNGE ANCHE I SEI METRI DI ALTEZZA.
I FRUTTI, GENERALMENTE CON FORMA OVALE, PRESENTANO UNA BUCCIA ESTERNA DALLE DIVERSE GRADAZIONI DI GIALLO ED E` RICCA DI OLI ESSENZIALI. LA BUCCIA HA LA FUNZIONE DI PROTEGGERE LA PARTE INTERNA CHIAMATA POLPA SUCCOSA, DAL SAPORE ASPRO CHE E` DIVISA IN 8/10 SPICCHI.
IL LIMONE AMA I LUOGHI LUMINOSI, SOLEGGIATI E RIPARATI DAL VENTO. IL CLIMA ADATTO E` QUELLO MEDITERRANEO, IN PARTICOLAR MODO QUELLO DEL SUD ITALIA: IL LIMONE NECESSITA, INFATTI, DI TEMPERATURE CALDE E DI UNA ESPOSIZIONE AL SOLE ADEGUATA. IL LIMONE, DUNQUE, È UN ALBERO SENSIBILE AL FREDDO, SI DEFOGLIA COMPLETAMENTE CON TEMPERATURE DI -4/-5°C, TEMPERATURE ANCORA PIU` BASSE POSSONO DANNEGGIARE ANCHE IL LEGNO. I FIORI E I FRUTTI, INVECE, TOLLERANO BENE VALORI MINIMI FINO A -2°C.
I LIMONI SONO ALBERI DA FRUTTO CHE SI ADATTANO AD OGNI TIPO DI TERRENO PUR PREDILIGENDO TERRENI SCIOLTI, RICCHI DI SOSTANZA ORGANICA, BEN DRENATI E CON PH COMPRESO TRA 6,5 E 7,5.
LA NECESSITA` DI ACQUA DIPENDE DAL PERIODO DELL’ANNO E DALLA ZONA: GENERALMENTE, BASTANO LE PRECIPITAZIONI, TRANNE NEI PERIODI PIU` CALDI QUANDO SI DOVRA` GARANTIRE UN APPORTO QUOTIDIANO DI ACQUA, MA SENZA ESAGERARE CON L’ANNAFFIATURA PER EVITARE DEI PERICOLOSI RISTAGNI DI ACQUA.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI MANDARINO (CITRUS RETICULATA BLANCO, 1837) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: PIANTE DI AGRUMI\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: COMUNE, CLEMENTINO, MARZAIOLO E NOVA.

GENERALITÀ, COLTIVAZ...
PREZZO:8,00 €
  
 
PIANTE DI MANDARINO (CITRUS RETICULATA BLANCO, 1837) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: COMUNE, CLEMENTINO, MARZAIOLO E NOVA.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL MANDARINO:
IL MANDARINO (CITRUS RETICULATA BLANCO, 1837) E` UN ALBERO DA FRUTTO APPARTENENTE ALLA FAMIGLIA DELLE RUTACEAE.
SI TRATTA DI UN ARBUSTO POCO PIU` ALTO DI DUE METRI, IN ALCUNE VARIETA` FINO A QUATTRO METRI.
LE FOGLIE SONO PICCOLE E PROFUMATISSIME. IL FRUTTO E` DI FORMA SFEROIDALE, UN PO' APPIATTITO ALL'ATTACCATURA, E SI LASCIA COGLIERE FACILMENTE. LA POLPA E` DI COLORE ARANCIO CHIARO, COSTITUITA DA SPICCHI FACILMENTE SEPARABILI, MOLTO SUCCOSA E DOLCE, ENTRO LA QUALE VI SONO IMMERSI NUMEROSI SEMI. LA BUCCIA E` DI COLORE ARANCIONE, SOTTILE E PROFUMATA, CON UN'ALBEDO MOLTO RAREFATTA E GRANULOSA CHE CONSENTE UNA FACILE PELATURA DEL FRUTTO.
UN ALBERO ADULTO PUO` DARE DA 400 A 600 FRUTTI ALL'ANNO.
IL MANDARINO E` UN AGRUME CHE PREDILIGE I LUOGHI SOLEGGIATI E RIPARATI DAI VENTI.
SI SVILUPPA IN QUALSIASI TIPO DI TERRENO ANCHE SE AMA QUELLO SCIOLTO, FERTILE E BEN DRENATO.
DURANTE I MESI INVERNALI E PRIMAVERILI SI ACCONTENTA DELLE ACQUE PIOVANE. IN ESTATE E NEI PERIODI DI PROLUNGATA SICCITA` NECESSITA DI REGOLARI E COSTANTI IRRIGAZIONI.

DETTAGLI
ACQUISTA
 
 
 
PIANTE DI POMPELMO (CITRUS PARADISI MACFAD., 1830) IN FITOCELLA
CODICE:
CATEGORIA: PIANTE DI AGRUMI\
SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: POMPELMO GIALLO, POMPELMO ROSA E POMPELMO ROSSO.

GENERALIT...
PREZZO:8,00 €
  
 
PIANTE DI POMPELMO (CITRUS PARADISI MACFAD., 1830) IN FITOCELLA

SPECIFICHE DELL’OGGETTO:
• ETÀ: 1 ANNO.
• ALTEZZA: 130/150 CM.
• VARIETÀ DISPONIBILI: POMPELMO GIALLO, POMPELMO ROSA E POMPELMO ROSSO.

GENERALITÀ, COLTIVAZIONE E CURA DEL POMPELMO:
IL POMPELMO (CITRUS PARADISI MACFAD., 1830) È UN ALBERO DA FRUTTO APPARTENENTE AL GENERE CITRUS, E ALLA FAMIGLIA DELLE RUTACEAE.
SI TRATTA DI UN ANTICO IBRIDO, PROBABILMENTE TRA L'ARANCIO DOLCE E IL POMELO, MA DA SECOLI COSTITUISCE SPECIE AUTONOMA CHE SI PROPAGA PER TALEA E PER INNESTO.
IL POMPELMO È UN ALBERO SEMPREVERDE ALTO SOLITAMENTE DAI 5 AI 6 METRI, MA PUÒ RAGGIUNGERE I 13-15 METRI.
LE SUE FOGLIE SONO DI COLORE VERDE SCURO, LUNGHE (OLTRE I 15 CM) E SOTTILI. PRODUCE FIORI BIANCHI COMPOSTI DA QUATTRO PETALI DI 5 CM. IL FRUTTO È COMPOSTO DA SPICCHI INCOLORI, ED È UNO DEI PIÙ GRANDI TRA I FRUTTI DEGLI AGRUMI, SECONDO SOLO AL POMELO, DATO CHE PUÒ FACILMENTE RAGGIUNGERE I DUE KG DI PESO. LA BUCCIA DEL POMPELMO È ABBONDANTEMENTE FODERATA DALLA MASSA SPUGNOSA DETTA ALBEDO CHE È PERÒ LEGGERMENTE MENO COMPATTA DI QUELLA DEL LIMONE. PER QUESTO MOTIVO IL FRUTTO NON HA LA CONSISTENZA DEL LIMONE, NÉ L'ELASTICITÀ DELL'ARANCIA, IL CHE LO FA SPESSO SEMBRARE AMMACCATO.
COME GLI ALTRI AGRUMI, ANCHE IL POMPELMO RICHIEDE UN CLIMA PIUTTOSTO MITE, DOVE GLI INVERNI NON ARRIVANO A FREDDI INTENSI, PERTANTO BISOGNA EVITARE DI PIANTARLI NELLE POSIZIONI IN CUI SI POSSONO FORMARE DELLE SACCHE DI GELO. NELLE ZONE VENTOSE È IMPORTANTE ANCHE PROVVEDERE A DEI SISTEMI FRANGIVENTO, PER EVITARE I DANNI DA DISSECCAMENTO DI FOGLIE E RAMETTI O NEI CASI GRAVI, DI SCOSCIAMENTO DEI RAMI.
IL POMPELMO PREDILIGE UN TERRENO DI MEDIO IMPASTO, SENZA ECCESSI DI ARGILLA O LIMO, ABBASTANZA SABBIA E POCO SCHELETRO, CIOÈ SASSI.
I FABBISOGNI IDRICI DEGLI AGRUMI SONO STATI CALCOLATI ATTORNO AI 2000 MM ALL’ANNO, E QUESTO VALE ANCHE PER IL POMPELMO. DI CONSEGUENZA, VISTO CHE GLI APPORTI CHE ARRIVANO CON LE PIOGGE IN ALCUNI PERIODI SONO QUASI SEMPRE INSUFFICIENTI, È IMPORTANTE ALLESTIRE FIN DALLA MESSA A DIMORA UN IMPIANTO DI IRRIGAZIONE, O SE SI HA SOLO UNA PIANTA IN GIARDINO, RICORDARE DI IRRIGARLA CON COSTANZA MEDIANTE LA CANNA.

DETTAGLI
ACQUISTA